Legge sul consumo di suolo: Prina (PD) “Vicini ad una svolta storica”

Sala del Mappamondo
Sala del Mappamondo

Roma, 3 Dicembre: Si sono svolte presso la Sala del Mappamondo di Montecitorio, lunedì 2 dicembre, le audizioni dei Ministri Maurizio Martina e Gianluca Galletti, richieste dalle Commissioni riunite Agricoltura e Ambiente, della Camera, sulla “Proposta di Legge quadro in materia di valorizzazione delle aree agricole e di contenimento del consumo del suolo”. È intervenuto l’On. Francesco Prina, che ha voluto esprimere la propria soddisfazione per gli interventi dei Ministri, sollecitandoli ad ulteriori passi avanti sulla cogenza della Legge: Una volta approvata (passeranno tre anni dalla sua entrata in vigore) sarà importante accertare cosa accadrà durante questo periodo, in quanto alcune Leggi regionali approvate di recente sono molto discutibili”. L’Onorevole propone, inoltre, di prolungare il periodo di cinque anni previsto per negare gli interventi urbanistici sui terreni agricoli, per i quali siano stati erogati aiuti di Stato o finanziamenti europei. Aumento che, per l’esponente democratico, “Contribuirebbe a mettere in salvaguardia undici milioni di ettari di territorio”.
Importante è stato l’accenno inerente i procedimenti già in corso “Quelli già in essere, a decorrere dall’entrate in vigore della Legge, non verranno toccati, sarà utile però, indicare la tipologia di procedimento a cui si fa riferimento: approvato, adottato o protocollato presso il Comune”.
In conclusione, per Prina “la sinergia tra i lavori delle Commissioni e i contenuti proposti dai Ministri porterà all’approvazione di una Legge, che potrebbe rappresentare una svolta storica”.