“Milano – Mortara”: una situazione giunta al limite…

Stazione ferroviaria di Abbiategrasso
Stazione ferroviaria di Abbiategrasso

La cronaca locale dell’Est Ticino, riporta lo spiacevole episodio avvenuto martedì sulla tratta ferroviaria Milano – Mortara: una donna ha avuto un mancamento ma il sovraffollamento sulla carrozza – tipico nelle ore di punta – non ha permesso venisse soccorsa in modo adeguato. Ritardi, scarsità del materiale rotabile, mal funzionamento dell’impianto di refrigerazione, sono solo alcuni dei disagi con cui, ogni giorno, devono fare i conti gli studenti e i lavoratori pendolari della tratta, stessa situazione sulla linea S6 Novara – Treviglio.
Già nel 2015 presentai un’interrogazione in Parlamento denunciando le criticità della tratta. In tale occasione ebbi una pronuncia positiva da parte del Governo, il quale, riteneva strategica l’opera di completamento del raddoppio ferroviario. A questo seguirono iniziative del PD locale nelle stazioni del territorio, in particolare ad Abbiategrasso. Considerato l’accaduto e ritenendo non più rinviabile la situazione, ho presentato una ulteriore interrogazione urgente in commissione trasporti, per chiedere informazioni sulla tempistica, al fine di addivenire ad una soluzione definitiva e dare risposte certe ai pendolari, ricordando inoltre, che quella della “Milano – Mortara” è un’opera strategica per il buon funzionamento del sistema dei trasporti della Città Metropolitana di Milano.

Di seguito, il testo dell’interrogazione:

Interrogazione a risposta in Commissione

I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro delle infrastruttura e dei trasporti, per sapere – premesso che:

Il tragico incidente avvenuto in Puglia nella giornata di martedì 12 luglio ci richiama tutti ad una seria riflessione sullo stato di fatto del sistema infrastrutturale dei trasporti nel nostro Paese, in particolare al tema delle tratte a binario unico che riguarda altre linee ferroviarie presenti sul territorio nazionale;

la cronaca di tutti i giorni racconta degli episodi di disagio che si verificano su queste, ultimo proprio nella giornata di martedì 12 luglio, dove una donna, partita su un treno della linea Milano – Mortara, (vicino alla stazione di Abbiategrasso, con oltre 50 m di ritardo) è svenuta, e delle difficolta riscontrate da passeggeri e capotreno nelle operazioni di soccorso a causa del sovraffollamento e del mal funzionamento degli impianti di refrigerazione – condizionamento e della porta d’uscita bloccata per mezz’ora all’arrivo nella stazione;

tale la tratta ferroviaria è molto frequentata da studenti e lavoratori e risulta strategica per il buon funzionamento del sistema dei trasporti della Città Metropolitana di Milano, alle sopracitate problematiche riscontrate, va aggiunta quella relativa all’inadeguatezza del materiale rotabile messo a disposizione;

si fa presente inoltre, che già il 18 febbraio 2015 il sottoscritto presentava un’interrogazione riguardante la realizzazione del raddoppio di tale tratta -:

tutto ciò premesso si chiede quali iniziative il Governo intende intraprendere per far fronte alle richiamate situazioni di disagio che si verificano su tali tratte a binario unico e se sia ancora nelle sue priorità la realizzazione del completamento del raddoppio ferroviario della tratta Milano – Vigevano – Mortara ed in quanto tempo si intende realizzarlo.